Direttore_MotorizzazioneCircolare sulle strade pubbliche richiede, da parte di ogni utente, la maturazione di tre fasi di coscienza. Anzitutto, una consolidata coscienza civica, che porti a rispettare gli altri utenti della strada. Quindi, la capacità di percepire i propri limiti, per evitare di affrontare situazioni di pericolo senza la necessaria prudenza o perizia. Infine la conoscenza delle regole che sovrintendono alla circolazione stradale.

È possibile conseguire un più alto livello di sicurezza stradale solo affinando, in tutti i cittadini, questi tre aspetti, che concernono non solo la conoscenza delle norme di circolazione, ma anche il contesto in cui questa avviene.
In tal modo è possibile avere piena cognizione dei rischi e si possono affinare gli strumenti di autovalutazione, evitando di porre in essere comportamenti che espongano sé stessi e gli altri a rischiare la propria incolumità fisica.

Questi argomenti costituiscono, da qualche anno, oggetto di studio per conseguire la patente di guida, sulla base dei programmi predisposti dalla Direzione Generale per la Motorizzazione.
Ciò consente, almeno ai neoconducenti, di sensibilizzarsi su temi spesso trascurati, quali la tutela degli utenti “deboli” della strada (ciclisti, pedoni, disabili), nonché sui criteri di valutazione dei propri comportamenti, che devono essere improntati alla massima prudenza.

È ora necessario concentrare gli sforzi su coloro che già sono titolari di patente e che, nel corso degli anni, hanno spesso sviluppato comportamenti e automatismi di guida non sempre compatibili con la sicurezza della circolazione stradale. La normativa vigente non prevede l’obbligo di seguire corsi di formazione periodica che consentano di aggiornare le proprie conoscenze sul codice della strada, o di affinare tecniche di guida o, più semplicemente, di richiamare alla mente norme di buon senso e buona educazione stradale.

In assenza di tale obbligo, può valutarsi favorevolmente l’iniziativa dell’UNASCA (Unione nazionale delle autoscuole e degli studi di consulenza automobilistica) di dare alle stampe un opuscolo che contiene notizie, informazioni, consigli utili non solo per gli automobilisti, ma per tutti coloro che, a piedi o su veicoli, circolano per le pubbliche vie.
La pubblicazione, di agevole e piacevole lettura, fornisce nozioni la cui conoscenza consente non solo di “rinfrescare” la propria conoscenza delle norme del codice della strada, ma offre spunti di riflessione per riconsiderare, con occhi diversi e in maniera costruttiva, l’interazione tra sé stessi e il sistema della circolazione stradale.

Il Direttore Generale per la Motorizzazione
Dott. Arch. Maurizio Vitelli